Inglese Francese Spagnolo

San Josemaria Escrivá de Balaguer

 

Josemaría Escrivá de Balaguer nasce a Barbastro (Huesca, Spagna) il 9 gennaio 1902. All’età di due anni si ammala gravemente; dato per spacciato dai medici, i suoi genitori invocano la Vergine affinché possa farlo guarire. Mesi dopo la sua sorprendente guarigione, i genitori realizzano un pellegrinaggio all’eremo di Torreciudad per ringraziare la Vergine.
Nel 1915 la famiglia si trasfiere a Logroño. In questa città Josemaría percepì per la prima volta la sua vocazione. Una immagine di un religioso li fa intuire che Dio voleva qualcosa da lui, senza sapere esattamente che cosa. Pensò che avrebbe potuto scoprirlo più facilmente se si fosse fatto sacerdote e cominciò a prepararsi, prima a Logroño e successivamente nel seminario di Saragozza. È ordinato sacerdote a Saragozza e successivamente si trasferisce a Madrid. Nel 1928 fonda l’Opus Dei. Con l’inizio delle guerra civile, deve fuggire in Francia per poi ritornare e trasferirsi infine a Roma. Ottiene il dottorato in Teologia e fu nominato consultore di due Congregazioni vaticane, membro onorario della Pontificia Accademia di Teologia e prelato d'onore di Sua Santità.



Animato dall’amore per la Santissima Vergine, promuove la costruzione di un nuovo santuario a Torreciudad. Iniziata la costruzione, si recò a vedere lo stato dei lavori nel 1970 en el 1975 (un mese prima della sua morte).
Muore a Roma il 26 giugno 1975. Il 17 maggio 1992 Giovanni Paolo II beatificava Josemaría Escrivá in piazza San Pietro a Roma, alla presenza di 300.000 persone. Dieci anni dopo, il 6 ottobre 2002, Giovanni Paolo II ha canonizzato il fondatore dell'Opus Dei in Piazza San Pietro davanti a pellegrini provenienti da oltre 80 paesi.
Il suo corpo riposa in un’urna situata sotto l’altare sella Chiesa di Santa Maria della Pace a Roma.



Ritornare