Inglese Francese Spagnolo

Il tempio attuale

 

L’odierno e moderno tempio costituisce un luogo di incontro e visita per migliaia di persone. La storia del nuovo santuario inizia nel 1956, grazie all’amore di San Josemaría Escrivá de Balaguer, fundatore dell’ Opus Dei, per la Vergine. Egli fu colui che promosse la sua costruzione, iniziata nel 1970 e conclusa 5 anni più tardi. L’insieme risulta un’opera dalle singolari caratteristiche.  Con uno stile molto personale, questo santuario vanguardista spicca per la varietà delle forme. L’edificio è incornicato dalla spianata antistante, pronta a ricevere migliaia di persone. L’interno è presieduto da una grande pala (14,50 m.di altezza) dello scultore Juan Mayné, al cui centro figura l’immagine della Vergine.

Nella navata della chiesa, a sinistra, si trova la cappella del Santissimo Sacramento, dove possiamo trovare un Cristo vivo in bronzo dorato sulla croce, opera dello scultore italiano Pasquale Sciancalepore, offerta in regalo da San Josemaría Escrivá.
Attraverso una porta situata a destra del presbiterio si accede al Medaglione della Vergine, medaglia che i pellegrini baciano simbolicamente.

Vista del tempioVista aerea della Giornata della FamigliaPala Maggiore

 

 


Ritornare